Archivio di luglio 2012

Al via il fondo rotativo per Kyoto.

E’ stato presentato il fondo rotativo per Kyoto, che avrà il via libera dal prossimo 16 marzo. Il provvedimento sarà pubblicato sulla gazzatta ufficiale del 01 marzo. Il prestito verrà erogato dalla Cassa depositi e prestiti. Il provvedimento rientra tra quelli necessari al nostro paese per essere in linea con gli impegni presi dal nostro paese nell’ambito dei trattati e delle direttive europee per la riduzione delle emissioni dei gas serra http://thesildenafil.com/ e per il contenimento energetico. I fondi ai quali attingere saranno di 200 milioni di Euro per anno, suddivisi per regione e potranno essere utilizzati secondo le seguenti misure:
Misura microcogenerazione diffusa (impianti di generazione combinata di energia elettrica e/o termica e/o meccanica fino a 50 kW e );
Misura rinnovabili (impianti di piccola taglia eolici, idroelettrici, solari termici, termici a biomassa vegetale solida, fotovoltaici);
Misura motori elettrici;
Misura usi finali (risparmio energetico e incremento dell’efficienza negli usi finali dell’energia);
Misura protossido di azoto;
Misura ricerca;
Misura gestione forestale sostenibile.
Potranno usufruirne persone fisiche, persone giuridiche private, imprese, ESCo, condomini, soggetti pubblici, Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano.
Le somme erogate dovranno essere restituite in 3 o 6 anni con un tasso di interesse dello 0.5%.
L’accesso a questo tipo di credito è comulativo con altre forme di incentivazione tariffe agevolate.

Un saluto

Fabio Betti